Intervista a Teresa Morone, giovane fashion blogger campana, divisa tra moda e impegno sociale

Conosciamo meglio la bionda fashion blogger, fondatrice del blog teresamorone.com, che divide il suo tempo tra moda, bellezza e impegno sociale

Sono giorni tesi questi per il mondo della moda e della bellezza. Tutti gli eventi a causa del Coronavirus sono stati posticipati o annullati. Il fermo forzato, dovuto come noto alle misure di contenimento emanate dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte hanno, fortunatamente, avuto l’effetto di contenere i contagi. Purtroppo però vi è anche stata una preoccupante escalation della violenza nei confronti delle donne. Di questo avviso è Teresa Morone, giovane fashion blogger campana, da tempo impegnata nel sociale. La bionda blogger, 29 anni compiuti da poco, è la fondatrice del blog teresamorone.com (blog che parla di moda e bellezza). La blogger è anche impegnata nella lotta contro violenza di genere, bullismo e cyberbullismo. Teresa Morone vanta, infatti, importanti collaborazioni in Italia e all’estero proprio nel sociale. Ambasciatrice in Italia contro la depressione e i disturbi dell’umore per la fondazione americana The Fragile Club. Nel nostro paese ha intrapreso con entusiasmo un percorso comune di intenti con l’unione sportiva ACLI Benevento.

Allora Teresa ritiene che lo stare a casa forzato, effetto delle misure restrittive, ha avuto quale controindicazione un aumento della violenza domestica di genere giusto?

“Si purtroppo quarantena e lockdown hanno provocato, involontariamente, un’escalation di violenza domestica. Le doverose misure restrittive, necessarie per arginare il virus, hanno avuto questa controindicazione. Questo periodo ha messo in evidenza quali sono i bisogni di chi vive la violenza domestica. La violenza spesso si annida nella quotidianità senza distinzioni sociali o di reddito e il Coronavirus ci ha mostrato plasticamente quanto molte donne vittime di violenza siano abbandonate a se stesse. Il presidente USACLI Benevento Alessandro Pepe e la delegata USACLI Immacolata Petrillo sono dei pionieri in questo senso, si battono con un progetto itinerante che include anche le scuole per cambiare alla radice una cultura dell’odio, spesso omertosa”.

Quali sono i prossimi eventi che la vedranno protagonista?

“Appena terminata l’emergenza Coronavirus ci sarà un evento dedicato alla sensibilizzazione contro la violenza sulle donne e il bullismo e che vedrà oltre a me varie figure professionali cooperare”.

Quali sono i suoi progetti futuri?

“Per quanto riguarda i miei progetti futuri dopo il Coronavirus mi aspettano giorni frenetici Ci riabbracceremo di nuovo, ritorneranno le sfilate e gli eventi patinati. Ritorneremo alla normalità insomma”.

Chiudiamo qui questa piacevole chiacchierata con Teresa Morone, non ci rimane che augurarle un in “bocca al lupo” per i suoi impegni futuri e darle appuntamento per una futura occasione.

Rispondi